U-atanasio

Uva orsina

Arctostaphylos uva ursi, Spr. TAV. 2 – N. 10

NOMI DIALETTALI: Zate d’ors, Martellina, Ambrosinari da l’or, Brussici de 1’ors.

DESCRIZIONE: Fusto legnoso prostrato, strisciante; foglie coriacee obovato spatolate, persistenti, punteggiate ai margini piani intierissimi; fiori rosei clinati nascenti dopo le foglie; bacche rosse;

H: sulle rupi boscose, soleggiate, fino a 1500 metri.

P: le foglie.

F: Ericacee.

La decozione delle foglie, in dose di 20 gr. di foglie in 250 gr. di acqua fino a ridurla a metà, giova assai nella ritenzione d’orina, nel catarro cronico della vescica, nei passaggi mucosi, nella renella, nei calculi e nell’idropisia. La cura pero deve essere prolungata. Le foglie, mescolate con il tabacco da fumo, danno un aroma speciale. Il suo Decotto alternato con la parietaria è indicato per pulire le vie urinarie e favorire 1’espulsione del muco e della sabbia. Si aromatizza con scorza di arancio.